SARR: Recupero plastiche eterogenee per asfalti modificati

Recupero plastiche eterogenee per asfalti modificati

L’attività proposta prevede di impiegare una miscela di plastiche di scarto (fondovasca) per la produzione di asfalti, sostituindo, in particolare, gli additivi tradizionali. In generale è noto che l’impiego di additivi agli asfalti ne migliorano le caratteristiche quali usura, resistenza agli sbalzi di temperatura, drenaggio, silenziosità.

Obiettivo principale di questa attività è di individuare possibili metodologie per il recupero plastica eterogenea da recupero, quale possa meglio integrarsi con le esigenze del partner del progetto industriale e delle nuove tipologie di conglomerato bituminoso che si intendono sviluppare.

Output/deliverable della ricerca: 

La ricerca dimostra come:

-l’utilizzo delle plastiche eterogenee nel conglomerato bituminoso migliora sensibilmente le prestazioni e la qualità;

-l’utilizzo delle plastiche eterogenee e ammide ottenuto da rifiuto di olio vegetale consentono di produrre un asfalto migliore di quello tradizionale;

-LCA e LCC del nuovo processo produttivi / prodotto definiscono i parametri di industrializzazione più sostenibili

 

ICE Toolkit

strumenti a supporto delle decisioni aziendali

per la circolarità


per la transizione ecologica


per LCA


Processi Certificati GTI